Export in calo, e crescono le importazioni

di Daniele Pace Commenta

L’Istat ha diffuso i dati sugli andamenti macroeconomici dell’Italia, registrando un calo dell’export per il mese di luglio, in confronto al dato di giugno, del 1,4 per cento, ripartito in un -1,1 per cento per l’export verso i paesi dell’Unione Europea, e addirittura un -1,8 per cento verso i paesi extracomunitari. Certo, non un dato allarmante, ma comunque una flessione che stona con la piccola ripresa italiana, che ha visto crescere anche le esportazioni, dello 0,9 per cento. Solo i beni di consumo hanno fatto bene, con un incremento nelle esportazioni dello 0,6 per cento, mentre il resto dell’industria e dei servizi sono in calo.

E scende dunque anche il surplus commerciale, di circa 1,2 miliardi, su base annua. Nel luglio dello scorso anno era a +7,8 miliardi, mentre questo luglio ha segnato un +6,6 miliardi. È ancora positivo comunque il dato sull’avanzo commerciale, che si attesta, da gennaio a luglio di quest’anno, a 25,6 miliardi, al lordo dei prodotti di energia, mentre al netto si registrano +45,3 miliardi. Per quel che riguarda il dato annuo completo dell’export, questo si attesta a +7,6 per cento, mentre crescono le importazioni del 11,2 per cento.

Nella comparazione tra trimestri, tra il primo e il secondo trimestre, le esportazioni crescono dello 0,7 per cento nell’Unione Europea, ma diminuiscono dello 0,8 per cento al di fuori della UE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>