Ora legale, quanto si risparmia?

di Daniele Pace Commenta

ora legaleQuesto sabato, in quasi tutto il mondo, è tornata l’ora legale. Un’ora in meno di sonno, che spesso scombussola l’organismo per la prima settimana. Non tutti i paesi la adottano, anzi, l’ora legale è in uso ormai solo in Europa e in Nord America, mentre quasi tutti i paesi asiatici e sudamericani l’hanno abbandonata. In alcune parti del centro Africa non l’hanno mai usata. Secondo alcuni, l’ora legale sarebbe del tutto inutile, mentre per altri, farebbe risparmiare molti soldi.

Quanto si risparmia

Secondo Terna infatti, che gestisce la nostra rete elettrica, l’ora legale consentirebbe un risparmio pari a 116 milioni di euro.

Portare le lancette in avanti consentirebbe di sfruttare più luce naturale, e quindi spegnere quella artificiale negli uffici, nelle industrie e nelle case.

In questo modo si risparmierebbero 562 milioni di kilowattora. Un risparmio che in quindici anni ha significato circa 8 miliardi di euro, quanto consuma la Sardegna in un anno.

Ma il risparmio non è solo in termini economici, ma anche in termini ambientali. Minor spreco di elettricità significa chiaramente anche minor spreco di risorse per la produzione elettrica, e quindi anche miglior salute per i cittadini, quando queste risorse sono fossili.
Con il sistema dell’ora legale, si realizza il maggior risparmio a ottobre, quando viene risparmiato circa il 30% di quei 116 milioni di euro annui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>