Fiera di Milano: una grande opera europea

di Redazione Commenta

La nuova Fiera di Milano ha una struttura imponente, potendo avvalersi di una superficie lorda di pavimento di 530.000 metri quadrati, su un’area fondiaria che raggiunge i due milioni di metri quadrati.

Il cambiamento è iniziato con la costruzione del nuovo polo, poco fuori il capoluogo lombardo, nell’area dell’ex raffineria Agip di Rho-Pero.

La realizzazione di padiglioni nasce da un’idea di Massimiliano Fuksas, uno degli architetti più famosi a livello internazionale, che meglio cura lo studio dei problemi urbani nei grandi centri metropolitani.

Il general contractor scelto è quello della cordata Astaldi, Pizzarotti & C, Vianini Lavori. Parte dei parcheggi, invece, sono stati realizzati da un general contractor formato dalle imprese: Codelfa, Grassetto Lavori, Marcora Costruzioni e Apcoa Parking Italia.

La firma sul progetto è stata posta dall’architetto Mario Bellini, il cui lavoro va dal disegno urbano e architettonico al design. Bellini è anche l’autore del quartiere Portello della Fiera di Milano. Dopo due anni e mezzo di lavoro, il 31 marzo 2005 è stato inaugurato il nuovo polo con sette giorni di incontri e dibattiti.

La prima pietra era stata posata il 6 ottobre 2002 in una cerimonia, che ha visto la presenza di personalità illustri dello Stato italiano e della Chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>