Inaugurata la mostra Visioni Industriali presso la Fondazione Ansaldo

di Redazione Commenta

La fotografia industriale non può che esercitare un fascino tutto particolare. Un esempio molto interessante è quello che può essere ammirato presso la Fondazione Ansaldo a Genova, più precisamente nella sede di Villa Cattaneo dell’Olmo. Le immagini e gli scatti che si è deciso di esporre sono quelli di Edoardo Montaina, fotografo spezzino che vanta una delle maggiori rappresentatività nazionali da questo punto di vista. L’evento di cui si sta parlando, intitolato “Visioni industriali”, beneficia inoltre delle parole preziose di Marco Benedetto, direttore del giornale online Blitz Quotidiano, ma anche di uno storico importante come Valerio Castronovo, numero uno del Centro Studi Impresa, e di Alessandro Pansa, l’amministratore delegato di Finmeccanica.

Qual è l’obiettivo di questa mostra? Quest’ultima rimarrà aperta fino al prossimo 28 giugno. L’intento è quello di mettere in luce la forza creativa e l’energia vitale del mondo dell’industria. Per ottenere ciò ci si è avvalsi dell’arte della fotografia, utile e preziosa per interpretare la cultura imprenditoriale, oltre che per riuscire a leggere in modo privilegiato la civiltà industriale dei nostri tempi. Tutte le opere della rassegna in questione sono state selezionate per mostrare una cultura di impresa originale e sensibile, vale a dire quella che punta all’eccellenza dal punto di vista del know-how, delle tecnologie e dei processi.

Di conseguenza, molto spazio è riservato ai vari settori, ad esempio l’elettronica, il comparto energetico, i sistemi integrati al terziario, la cantieristica (sia quella navale che quella aeronautica), senza dimenticare il trasporto pubblico, la sicurezza e la difesa. “Visioni industriali” è stata inaugurata proprio nel corso della giornata di ieri: l’ingresso è completamente gratuito, ma avviene soltanto su prenotazione telefonica. Nella presentazione dello scorso pomeriggio sono intervenuti, oltre ai già citati Montaina, Benedetto, Castronovo e Pansa, anche Luigi Giraldi, il presidente della Fondazione Ansaldo, a cui si deve una buona parte del merito di avere intuito le potenzialità che la fotografia industriale può avere nel nostro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>