Il Piemonte investirà nella ricerca industriale

di Redazione Commenta

Finalmente la ricerca industriale diventa un argomento su cui si possono investire somme piuttosto importanti di denaro.

Il riferimento va in questo caso alla Regione Piemonte, dato che quest’ultima è pronta a dar vita a otto diversi progetti per uno sviluppo sperimentale di tale ambito. Il territorio in questione può vantare realtà industriali di primo ordine: in effetti, non è un caso se Pininfarina, Merlo, General Motors, Rockwood Italia e Meritor Hvs Cameri operano qui, dunque si vuole fornire un’occasione propizia per rendere più proficue le loro attività.

In pratica, come previsto da uno specifico protocollo, le realizzazioni industriali andranno a comprendere il prossimo triennio nella sua interezza, con iniziative all’avanguardia e il coinvolgimento dei settori più diversi. Gli esempi sono davvero tantissimi e si va dalla medicina elettronica alla mobilità urbana, passando per l’automotive (quando si parla di Piemonte, non si può non pensare a Torino e di conseguenza alla Fiat). L’investimento complessivo, inoltre, dovrebbe venire a costare circa 52 milioni di euro.

Il Piemonte vuole mostrarsi molto dinamico da questo punto di vista e le prospettive future sono senz’altro incoraggianti; gli obiettivi peculiari sono la ripresa della produzione, lo sviluppo economico territoriale, la competitività e la salvaguardia dell’occupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>