Tracciatura: gli attrezzi per la lavorazione dei pezzi

di Redazione Commenta

La tracciatura, vale a dire l’operazione mediante la quale si riportano sul pezzo greggio di fusione o di stampaggio, o su un pezzo semilavorato, le linee che circoscrivono il pezzo finito, può essere eseguita a mano oppure a macchina: vi sono, dunque, diversi attrezzi di cui dispone il tracciatore stesso per eseguire questa operazione industriale. L’uso generale va a coinvolgere, in particolare, la livella e il filo a piombo per il controllo dell’orizzontalità e della verticalità, senza dimenticare il goniometro o rapportatore per la misura degli angoli e le righe di precisione. Gli attrezzi di precisione, invece, si possono sostanzialmente suddividere in tre gruppi distinti: si tratta, nello specifico, degli attrezzi per l’appoggio e il fissaggio del pezzo, gli attrezzi per la tracciatura vera e propria e gli attrezzi per la puntinatura.

Gli attrezzi per l’appoggio e il fissaggio sono anch’essi distinguibili in varie categorie, ma sono anche i più importanti, dunque meritano una trattazione maggiormente approfondita. Anzitutto, si può utilizzare il piano di paragone (detto anche “piano di riscontro”), il quale beneficia di una superficie superiore che è accuratamente lavorata e piana entro 0,01 millimetri e anche meno. Un’alternativa importante, poi, è rappresentata dal cubo di tracciatura: in pratica, si tratta di uno strumento in ghisa che presenta delle facce a squadro entro ristrette tolleranze, provvisto di scanalature o fori per il fissaggio del pezzo che deve essere tracciato e per le segnature di giaciture che sono tra di loro perpendicolari.

Vi sono, inoltre, le squadre, fisse o ad angolo variabile, mentre il parallelo prismatico o “prisma di tracciatura”, vale a dire un prisma realizzato in acciaio temperato o in ghisa, viene impiegato per sostenere gli alberi e gli organi cilindrici dei quali si vuole tracciare il centro della sezione libera. La riga di ghisa, infine, è robusta e rigida allo stesso tempo, un’utile sostituta per quel che concerne il piano di paragone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>