Veicoli industriali: il sistema DSS può ridurre gli incidenti causati dal sonno

di Redazione Commenta

Caterpillar, società celebre soprattutto per la propria produzione di veicoli industriali, ha introdotto un sistema molto interessante per scongiurare una delle principali cause di incidenti, i colpi di sonno. Un apposito sistema è stato adottato grazie alla collaborazione con una compagnia australiana, la Seeing Machines, visto che si sta parlando di un dispositivo di sicurezza che è in grado di capire quando questi colpi di sonno si verificano, oltre alle diminuzioni di attenzione di chi è alla guida del mezzo stesso.

Si tratta di DSS, acronimo che sta a indicare il Driver Safety System (Sistema di Sicurezza del Guidatore), il quale consta di una telecamera a raggi infrarossi, fondamentale per monitorare e sorvegliare come si muovono gli occhi. La novità in questione deve essere necessariamente collocata sul cruscotto. Il funzionamento è presto detto: in pratica, si sfruttano degli algoritmi piuttosto complicati, i quali provvedono a tracciare la forma del viso e prendono in debita considerazione la dimensione effettiva della pupilla, senza dimenticare quanto dura il battito delle palpebre. In tale maniera, dunque, si riescono a individuare in modo rapido e istantaneo quelli che sono i momenti tipici della disattenzione.

Quando DSS si accorge di questi ultimi avverte il guidatore tramite degli allarmi acustici e delle vibrazioni, così da svegliarlo e scongiurare l’incidente. Purtroppo i colpi di sonno non sono identificabili facilmente quando si verificano gli incidenti stradali, di conseguenza le percentuali di incidenza del fenomeno potrebbero essere addirittura superiori a quelle ufficiali (10% per la precisione). Il sistema di Caterpillar funziona in tempo reale e non fa distinzioni tra le persone alla guida, due vantaggi molto importanti, tanto è vero che i test hanno consentito di ridurre di ben novanta punti percentuali gli incidenti in questione. Uno svantaggio da non trascurare è quello economico: il dispositivo, infatti, arriva a costare fino a ventimila dollari, ma vi sono comunque degli sconti per le adozioni multiple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>