Nuovi dazi USA: 20% sulle auto importate?

di Daniele Pace Commenta

trumpI dazi del presidente Trump potrebbero colpire anche il settore automobilistico, secondo quanto scritto dal Wall Street Journal. Tutte le auto importate negli Stati Uniti saranno sottoposte ad una tassa di entrata del 20%, e il piano sarebbe già stato presentato dal presidente alle case costruttrici.

Il piano

Un nuovo dazio che nelle intenzioni del presidente dovrebbe portare gli Stati Uniti a produrre milioni di auto in più rispetto ad oggi, ma anche meno ecologiche rispetto a quelle estere. Trump infatti vorrebbe imporre ai veicoli importati delle regole più restrittive per quel che riguarda le emissioni.

Il presidente avrebbe anche elogiato Sergio Merchionne: “È il mio preferito: ha trasferito la produzione dal Messico nel Michigan”.
Nell’incontro tra Trump e i grandi dell’industria automobilistica si sarebbe parlato anche del Nafta, l’accordo di libero scambio tra paesi nordamericani che non piace al presidente.
Stati Uniti, Canada e Messico stanno ridiscutendo l’accordo, ma il presidente vorrebbe chiudere prima del 17 maggio, per evitare ricadute sulle elezioni di medio termine.
E proprio il Nafta uno degli accordi più importanti per il settore automobilistico, che vede il Messico come principale fornitore. L’accordo che Bill Clinton firmò nel 94 ha aperto le porte a numerose interazioni, con le auto statunitensi che vengono assemblate con pezzi provenienti dalle altre nazioni.

Con i dazi, Trump vorrebbe riportare la produzione negli USA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>