Per il mercato dell’auto italiano un 2018 da dimenticare

di Daniele Pace Commenta

industria autoIl mercato dell’auto si è fermato, e in Italia è andato giù. Se in Europa tutto sommato non ci sono state flessioni, così come non ci sono stati incrementi, in Italia si registra una forte flessione, pari al 3,1%.

I dati

L’Europa dell’Unione, più i Paesi Efta (Svizzera, Islanda e Norvegia) hanno visto 15.624.486 di auto vendute (-0,04% rispetto al 2017). In Italia invece sono state 1.038.984 le auto vendute.

In Europa, male la Fiat Chrysler con 1.021.311 di auto vendute (-2,3% sul 2017). Nel gruppo però è andata benissimo Jeep, che incremento le sue vendite del 55,6% Jeep (168.674 auto vendute).

Nonostante tutto, il Centro Studi Promotor giudica “sostanzialmente positivo” il risultato europeo, in considerazione dell’arresto dell’economia del Vecchio Continente. Poi c’è da considerare il nuovo sistema di omologazione Wltp, con le case automobilistiche in difficoltà e i continui scandali sul diesel, che ne hanno frenato le vendite, anche se appartengono agli anni passati.

Comunque i paesi europei tengono botta e vanno in ordine sparso. Se l’Italia registra una forte flessione, la Spagna registra il maggior incremento con un +7%. Bene la Francia (+3%) mentre è in sostanziale parità il mercato tedesco (-0,2%). Peggio di tutti fa il Regno Unito (-6,8%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>