Crediti di carbonio UE, prevista espansione ai settori edilizia e trasporti

di Redazione Commenta

Sono iniziate la scorsa settimana le prime discussioni in ambito comunitario per comprendere come allargare l’ETS UE, il mercato europeo dei crediti di carbonio, ai settori dell’edilizia e dei trasporti. Un percorso quasi obbligato se, come sostenuto più volte, l’Unione Europea desidera cogliere il target 2030 della riduzione delle emissioni fissato a – 55% rispetto ai livelli monitorati nel 1990.

Come avverrà l’espansione dei crediti di carbonio UE

Stando a quanto si legge nel documento preparatorio, l’allargamento del mercato dei crediti di carbonio europeo dovrebbe avvenire in modo graduale, in maniera tale che non siano perturbati i settori interessati, e senza che ciò interferisca con il prezzo del carbonio nell’attuale ETS.

I prezzi delle quote sono infatti in crescita costante, con un valore di 45 euro a permesso, superando così l’anno della pandemia senza particolari shock. L’espansione graduale del mercato servirà anche ad evitare scossoni eccessivi alle aziende dei settori interessati.

Il nuovo obiettivo di riduzione delle emissioni

Nel documento si legge inoltre come il nuovo obiettivo di riduzione delle emissioni per il 2030 richieda un nuovo taglio di 10 punti percentuali nelle emissioni complessive di quei settori che non sono attualmente coperti dall’ETS rispetto al precedente obiettivo climatico che era stato predeterminato in ambito UE.

Dunque, il taglio riguarderà non solamente i settori dei trasporti e dell’edilizia, che – come abbiamo già avuto modo di ricordare nelle scorse righe – l’Unione Europea sta cercando di inserire nel mercato dei crediti del carbonio, quanto anche e soprattutto all’agricoltura, le cui emissioni saranno peraltro oggetto di disciplina dalla riforma della Politica Agricola Comune.

Maggiori dettagli emergeranno nella proposta di allargamento fissata in calendario per il mese di giugno. Considerato che i punti da chiarire sono numerosi, non è certo escluso che sia solo una tappa di un percorso più strutturato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>