Il destino di Ilva e Alitalia inizia a delinearsi

di Daniele Pace Commenta

alitaliaIlva ed Alitalia, due colossi del nostro paese in crisi da tempo, che questo governo vuole risolvere. Per questo è stato nominato come commissario straordinario Enrico Laghi. Ora tutto è in mano al manager, che dovrà portare la soluzione giusta, non solo per le aziende, ma anche per i migliaia di lavoratori, da cui dipendono tantissime famiglie.

La situazione dell’Ilva appare la più complicata, perché radicata sul territorio di Taranto, ma al tempo stesso fonte di grande inquinamento ambientale e preoccupazione sanitaria.

Il destino delle due aziende

Per Alitalia invece, si tratta di una crisi senza fine (da 12 anni), ma anche di un’azienda appetibile, anche se non a cifre importanti. La compagnia aerea potrebbe essere venduta a pezzi, ad altri vettori, anche se questo governo ha espresso, più volte, preferenza verso le nazionalizzazioni in altri casi.

Vedremo cosa succederà, ma questo governo ha preso l’impegno di difendere i posti di lavoro. Per Alitalia sono falliti, fino ad oggi, i contatti per una vendita in blocco dell’azienda. Il governo sta pensando ora ad una nazionalizzazione o si tenterà ancora la vendita?

La domanda sembra avere risposta proprio nella nomina di Laghi, che non avrebbe senso, in caso di nazionalizzazione. Ma il commissario, alla fine, potrebbe anche passare la palla allo Stato.

Il manager infatti ha un solo mese di autonomia, prima che le casse della compagnia aerea si svuotino.
Dai 5Stelle ora, spunta l’ipotesi di un 25% di partecipazione statale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>