La Lega polemizza con Tesoro e M5S sulla Flat Tax

di Daniele Pace Commenta

flat taxLa Flat Tax divide il Governo. Salvini infatti risponde sia al Tesoro, che ai 5Stelle, sul cavallo di battaglia del Carroccio nella campagna elettorale. Il ministro dell’Interno ha prima risposto al Tesoro, che aveva parlato di costi per quasi 60 miliardi, e poi ai suoi alleati di Governo, che hanno criticato la misura.

Le risposte

Per Salvini, quelli del Tesoro:

“Sono numeri strampalati. Non siamo al Superenalotto. I numeri li contiamo con più precisione. Per la prima fase della Flat tax per le famiglie, per un primo colpo sostanzioso, non per tutti ma per tanti, servono 12-15 miliardi e sarebbe una rivoluzione epocale”.

Parole dure, quelle espresse dal Ministro a Rtl. Si fa sentire anche il padre della Flat Tax, Armando Siri, su La Stampa:

“La nostra proposta di flat tax familiare è fattibile e ricordo che fa parte del contratto di governo. Spero di poterla illustrare al più presto a Luigi Di Maio”.

In gioco infatti, c’è anche il rapporto con gli alleati, che hanno avuto il loro Reddito di Cittadinanza, e ora vorrebbero opporsi alla Flat Tax, perché troppo costosa, secondo i Pentastellati. Ma la Lega contesta i numeri del Tesoro, e ora anche Di Maio, che aveva dichiarato ieri:

“Sulla Flat tax familiare l‘importante è non fare facili promesse alla Berlusconi, come rappresentanti dello Stato non dobbiamo mai dimenticarci di avere delle responsabilità nei confronti dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>