Fondi europei agricoltura a rischio restituzione per l’Italia

di Daniele Pace Commenta

agricolturaChe l’Italia abbia un problema nello sfruttare i fondi europei è risaputo, ma ora si starebbe per abbattere un’altra tegola sulla precaria agricoltura del nostro paese, se non si troverà una soluzione.

I contributi pubblici sono nel mirino del Governo, e il problema non è il contributo in se stesso, ma il suo utilizzo. E la stessa cosa viene ora contestata dalla Unione Europea.

Il problema è verso quelle aziende che prima incassano i fondi, e poi li portano all’estero. Una contestazione sia interna, che europea.

Il problema fondi per 550 milioni

E così anche la UE se n’è accorta e ora vorrebbe indietro quasi 550 milioni. Si tratta dei contributi all’agricoltura italiana per gli anni 2015 e 2016. La notizia è stata diffusa dall’Ansa, che ha parlato della contestazione al governo italiano fatta con ben tre lettere per il Governo, la prima delle quali è stata mandata il 27 marzo. Colpa dei ritardi nella formazione di Governo, non c’è stata ancora un’adeguata risposta.

I fondi europei non sarebbero stati concessi adeguatamente, e quindi l’Italia dovrebbe restituirli. Si tratta dei fondi dell’esecuzione dei controlli, e i criteri per identificare gli agricoltori attivi aventi diritto.
Per il momento si ragiona su cifre ipotetiche, e la somma da restituire potrebbe essere molto diversa, alla fine della procedura, di contestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>