Alitalia tornerà pubblica. Porte aperte a partnerships

di Daniele Pace Commenta

alitaliaIl Governo ha deciso: Alitalia sarà di nuovo pubblica, anche se resteranno le porte aperte a Delta Airlines e EasyJet. È una svolta per la compagnia aerea, che continuava a cercare una nuova proprietà, senza avere ancora un’offerta convincente.
Il Governo metterà soldi attraverso il Mef, anche se Alitalia rappresenta uno dei grandi buchi neri che ingoiano miliardi. La nota di palazzo Chigi arriva puntuale: “Si è appena concluso un vertice a Palazzo Chigi alla presenza del presidente del consiglio Giuseppe Conte, del vicepresidente Luigi Di Maio e del ministro dell’economia Giovanni Tria, all’esito del quale si è convenuta la disponibilità del governo di partecipare alla costituzione della nuova Alitalia, tramite il Mef, a condizione della sostenibilità del piano industriale e in conformità con la normativa europea”.

Il futuro

Il cda di Fs aveva dato il via libera all’ingresso di Delta Airlines ed EasyJet nella compagnia aerea, ma ora invece, anche se restano le possibilità di partnership, la priorità sarà data al Mef. Domani si incontrano il ministro allo Sviluppo economico e i sindacati.
La decisione arriva dopo l’ennesima rinuncia, di Air France, alla trattativa per acquisire assets di Alitalia. La compagnia di bandiera è da tempo alla ricerca di una soluzione. Alcune offerte sono arrivate, ma non per l’intero pacchetto. Tra le più interessanti, quella di Lufthansa, che però aveva parlato di 3000 esuberi, tramite il consigliere d’amministrazione Harry Hohmeister.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>