Pulizia dei pavimenti industriali: come fare?

di Redazione Commenta

I pavimenti industriali, quelli che si trovano nei capannoni e negli opifici, sono studiati e realizzati per sopportare non solo il continuo calpestio di operai e tutti coloro che lavorano all’interno di questi ambienti, ma sono sottoposti al via via di merci, mezzi più o meno pesanti, macchinari e carrelli elevatori.

È quindi molto facile che si sporchino in continuazione, con macchie di olio, grasso e sostanze chimiche che attaccano la superficie del pavimento che, se non adeguatamente trattata, può rivelarsi un ostacolo per le attività lavorative e il corretto funzionamento di macchinari e attrezzature. Inoltre, polvere, residui di lavorazioni, acqua e umidità sui pavimenti di industrie e officine possono compromettere la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Solitamente i capannoni e tutti quegli ambienti di lavoro dotati di pavimentazioni industriali hanno un pavimento realizzato con particolari tipi di cemento o calcestruzzo, materiali a volte porosi (se non rivestiti con speciali vernici) che sono comunque polverosi e che assorbono umidità e altre sostanze, caratteristiche che facilitano l’accumulo di sporco, polveri e muffe.

L’importanza della pulizia per la sicurezza

La pulizia dei pavimenti industriali assume quindi un’importanza fondamentale non solo dal punto di vista estetico e igienico, ma anche per preservare la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Nella maggior parte dei casi la pulizia di questi ambienti viene effettuata “una tantum”, proprio a causa della natura stessa dei pavimenti industriali che accolgono la collocazione di macchinari, attrezzature e intere linee produttive che non sempre è facile spostare o semplicemente fermare per permettere le operazioni di pulizia.

Ecco, dunque, che assume un’importanza fondamentale dotarsi di attrezzature professionali come spazzatrici, idropulitrici e lavasciuga pavimenti come quelle proposte da Grizzly.it, che permettono, grazie alla loro compattezza, di essere facilmente utilizzate anche senza dover liberare spazio all’interno dei capannoni.

Come pulire i pavimenti industriali sporchi

La pulizia di grandi superfici come quelle dei pavimenti industriali il più delle volte si divide in due/tre fasi.

Nella prima si eliminano polvere, residui di lavorazione e lo sporco più evidente con l’ausilio di grandi spazzatrici o aspiratrici, senza dimenticare che alcune realtà fanno ancora affidamento su attrezzature di pulizia manuali.

Successivamente l’intera superficie, o comunque la parte che si intende pulire, viene ricoperta da acqua e detergenti professionali il cui scopo è sciogliere lo sporco più tenace e permettere la raccolta di quest’ultimo tramite l’eliminazione dell’acqua sporca con aspiratori per liquidi.

Una terza possibile fase consiste nell’igienizzazione del pavimento tramite l’utilizzo di detergenti che puliscono e preservano la superficie calpestabile prima che sia venga consentito nuovamente l’accesso all’ambiente in questione.

Utilizzando però delle specifiche attrezzature e macchine professionali per la pulizia dei pavimenti industriali, tutto questo lavoro può essere svolto in una sola fase e, ovviamente, in maniera più rapida, abbattendo costi e tempi di pulizia.

Le lavasciuga sono macchine che in un unico passaggio spazzano, lavano e asciugano con grande maneggevolezza, tanto da essere adoperate con disinvoltura da qualunque operatore che può utilizzarla e muoverla anche negli spazi più ristretti. La potenza delle spazzole rotanti a contatto con il pavimento permette la facile rimozione anche delle tracce di gomma che spesso vengono lasciate per terra da carrelli a forca e piattaforme elevatrici semoventi.

Tuttavia, ci possono essere delle zone dei pavimenti che potrebbero presentare sporco più ostinato e persistente, magari in corrispondenza di zone di stoccaggio di materiali che, con il passare del tempo, possono creare delle macchie ostinate nella zona di contatto con il pavimento. In tal caso l’utilizzo di idropulitrici professionali ad alta potenza, unito a detergenti capaci di attaccare anche lo sporco più difficile sono la soluzione ideale per eliminare le macchie, salvo poi utilizzare aspiratori per liquidi e solidi al fine di eliminare i residui di acqua e detergente dall’area interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>