Antitrust multa di nuovo Facebook: 10 milioni per i dati

di Daniele Pace Commenta

facebookFacebook si prende un’altra multa dall’Antitrust. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha svolto la sua indagine su Facebook Ireland e Facebook Inc. e ha ravvisato alcune violazioni del Codice del Consumo, che hanno portato ad due multe.

Le violazioni

L’Authority ha diffuso una nota in cui ha accusato “ingannevolmente gli utenti consumatori a registrarsi nella piattaforma Facebook, non informandoli adeguatamente e immediatamente, in fase di attivazione dell’account, dell’attività di raccolta, con intento commerciale, dei dati da loro forniti, e, più in generale, delle finalità remunerative che sottendono la fornitura del servizio di social network, enfatizzandone la sola gratuità”.
Si tratta di “pratica aggressiva” perché Facebook avrebbe esercitato un indebito condizionamento sugli utenti. In particolare sarebbe stato sotto esame il mancato consenso al trattamento dei dati a terzi, e per finalità commerciali.
Per l’Antitrust, “gli utenti consumatori hanno assunto una decisione di natura commerciale che non avrebbero altrimenti preso (registrazione al social network e permanenza nel medesimo). Le informazioni fornite risultano, infatti, generiche e incomplete senza adeguatamente distinguere tra l’utilizzo dei dati necessario per la personalizzazione del servizio (con l’obiettivo di facilitare la socializzazione con altri utenti “consumatori”) e l’utilizzo dei dati per realizzare campagne pubblicitarie mirate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>