Autostrade crolla in borsa dopo le richieste del Governo per Ponte Morandi

di Daniele Pace Commenta

autostradePonte Morandi è crollato da due giorni, e ieri ha trascinato con sé il titolo di Atalantia che controlla Autostrade. Il titolo perde il 21% del valore nella sola apertura di oggi. Il prezzo teorico scende del 23%, a 18 euro. Ma questa è teoria, perché questa mattina, in apertura, le azioni non segnano il prezzo. +siamo di fronte ad una debacle normale. Le minacce del Governo nel togliere la concessione ad Autostrade ha praticamente distrutto il valore di Atlantia.

La situazione

Il crollo di Ponte Morandi è stato un disastro ed un dramma che ha preso le prime pagine di tutto il mondo. Inevitabili le ripercussioni, ma dopo le parole del Governo, è l’esistenza stessa dell’azienda ad essere in dubbio.

La parola ora passerà ai contratti. In caso di revoca, dai vertici dell’azienda fanno sapere che comunque ad Autostrade spetterà il valore residuo delle concessioni, più le penali.

Gli esperti stanno analizzando i contratti, ma un’eventuale revoca potrebbe costare molto allo Stato. La concessione scade il 2038. Intanto la famiglia Benetton, proprietaria di Autostrade per l’Italia, si difende. L’azienda avrebbe investito 10 miliardi in 10 anni sulla rete autostradale. Ma per oggi, in borsa, non c’è il prezzo di Atlantia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>