Etichettatrici industriali: gli utilizzi più frequenti

di Redazione Commenta

La stampa delle etichette viene sfruttata in larga misura da quelle industrie che vogliono informare il cliente di determinati materiali che sono stati utilizzati.

Le etichettatrici industriali che oggi troviamo in commercio rappresentano, in particolare, una risposta alle esigenze del mercato, visto che è necessario aggiornare i prodotti dal punto di vista merceologico e dei formati: ormai gli operatori intervengono sempre meno e l’automazione la fa da padrona. Tra l’altro, anche le sostanze nocive e il loro utilizzo devono essere etichettate in maniera adeguata, un contributo fondamentale per la salute delle persone.


La normativa vigente prevede che materiali industriali e prodotti chimici siano spiegati nel dettaglio, con la loro composizione, quindi si comprende come questi strumenti debbano essere illustrate in modo chiaro, con spiegazioni comprensibili sull’impatto ambientale: di conseguenza le etichette necessitano di altissimi standard di qualità di stampa e colore, oltre che di una resistenza non indifferente alla corrosione per essere sempre perfettamente leggibili.

Questo risultato può essere ottenuto grazie soprattutto alla tecnologia laser, la più adatta per venire incontro alle richieste delle applicazioni industriali: i macchinari possono essere di vario tipo e dimensione, ma l’intento rimane sempre quello di progettare e sviluppare la migliore identificazione industriale possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>