A Ferrovie dello Stato il 100% di Centostazioni

di Redazione Commenta


Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha annunciato di aver raggiunto un accordo per riacquistare la piena proprietà di Centostazioni, società che gestisce un centinaio di stazioni nelle città italiane. L’operazione rientra in un più ampio progetto di valorizzazione delle stazioni come cuore della nuova mobilità.

Per Ferrovie dello Stato una operazione da 65,6 milioni

Ferrovie dello Stato era già azionista di maggioranza di Centostazioni con una quota del 60%. La società ha ora siglato un accordo per riacquistare il restante 40% delle azioni da Archimede 1. L’operazione prevede un costo per FS di 65,5 milioni di euro.

Con il pieno controllo di Centostazioni, Ferrovie dello Stato guarda ora ad una gestione unitaria del network delle stazioni ferroviarie (circa 600). Lo scorso giugno il gruppo industriale ha deciso la scissione di Grandi Stazioni in GS Rail e GS Retail in modo da garantire una netta distinzione tra il settore retail ed il settore mobilità. GS Retail è stata quindi oggetto di cessione a Alba Bidco nello scorso mese di luglio.

FS intende ora procedere alla cessione a privati anche del ramo retail di alcune stazioni di Centostazioni. Queste saranno individuate tra quelle che per volume di passeggeri in transito e vocazione commerciale possono risultare maggiormente attrattive per le attività commerciali ed i servizi.

Stazioni come hub della mobilità

La valorizzazione delle infrastrutture e dei servizi è una parte importante del piano industriale di Ferrovie dello Stato per il periodo 2017 – 2026. Per le stazioni in particolare il gruppo punta a creare hub di interscambio con altri canali di mobilità come terminal bus, parcheggi, autonoleggio, car sharing, bike sharing e postazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Le stazioni inoltre potranno fornire servizi aggiuntivi ospitando ad esempio temporary office ed incubatori di start up.

[Via | FSnews]
[Photo Credits | OpenClipArt]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>