Industria dell’auto verso un 2014 con vendite in crescita

di Redazione Commenta


Il 2014 per l’industria dell’auto sembra ormai stabilmente avviato verso un risultato positivo almeno per quanto riguarda i volumi di vendita. I dati cumulati dei primi dieci mesi dell’anno mostrano infatti una crescita complessiva delle vendite anche se ancora su volumi molto distanzi dai livelli antecedenti la crisi.

Gli ultimi dati che fotografano lo stato dell’industria dell’auto sul mercato italiano, diffusi dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sono aggiornati al mese di ottobre 2014. I primi dieci mesi dell’anno hanno visto 1.158.896 nuove immatricolazioni facendo prevede un bilancio a fine anno superiore ad 1,3 milioni di unità. lo scorso anno nel periodo gennaio – ottobre 2013 il totale delle immatricolazioni aveva raggiunto quota 1.112.359 unità; a conti fatti quindi il mercato italiano ha finora messo a segno una crescita del 4,18%.

I primi 10 mesi del 2014 sono stati particolarmente positivi per alcuni marchi dell’industria dell’auto. Il gruppo FCA annovera ad esempio la ottima performance di Jeep che ha registrato vendite in crescita di oltre il 50%. Molto positiva è stata anche la performance di Dacia che ha visto vendite in crescita oltre il 40%. Ancora meglio ha fatto Porsche cresciuta di oltre il 52%. Tra i marchi italiani è positivo l’andamento delle vendite di Fiat (+0,83%) mentre in calo sono sia Lancia che Alfa Romeo.

Per quanto riguarda più nello specifico i dati di ottobre, l’industria dell’auto ha registrato 121.736 nuove immatricolazioni. Rispetto alle 111.466 immatricolazioni dello stesso mese del 2013 il mercato ha messo a segno una crescita del 9,21%. Il segmento dell’usato ha invece registrato 426.651 trasferimenti di proprietà di auto usate ad ottobre (+7,26%) e 3.496.161 trasferimenti di proprietà da inizio anno (+1,43%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>