Demolizioni industriali: la Rad Service srl

di Simone Ricci Commenta

Gubbio, in provincia di Perugia, è la città in cui ha sede la Rad Service, società a responsabilità limitata che sta facendo parlare di sé da diverso tempo per il suo operato nell’ambito delle demolizioni industriali: in realtà, questa compagnia umbra si occupa di demolizioni speciali di diverso tipo, spaziando tra diverse realizzazioni, come ad esempio le opere stradali, le fognature, gli interventi sugli impianti elettrici e quelli sui sistemi di pubblica illuminazione. La leadership settoriale è stata conquistata in maniera progressiva e costante, grazie, in particolare, ai macchinari moderni che le consentono di perfezionare le demolizioni stesse con molta velocità ma soprattutto efficienza. La zona industriale di riferimento è Padule, proprio nell’eugubino.

L’obiettivo è quello di riqualificare al massimo gli spazi urbani e le fabbriche di più antica data ormai finite in stato di dismissione, con evidenti finalità ambientali. Le macchine a disposizione sono davvero moltissime e permettono di eseguire le demolizioni industriali più svariate, in primis quelle di impianti di macinazione, ma anche dei mezzi per il trasporto. L’elenco in questione comprende, solo per citare qualche esempio, degli escavatori che funzionano col radiocomando, delle pinze frantumatrici, dei frantumatori mobili per il riciclaggio e dei cannoni molto efficaci per l’abbattimento delle polveri. Come evidenza in maniera chiara il sito web di Rad Service, vi sono delle referenze importanti da questo punto di vista: la società, infatti, è stata la protagonista di importanti demolizioni industriali piuttosto importanti, quali l’ex zuccherificio di Foligno, le ex fonderie Bernardini di Terni e le ex ceramiche Ice della stessa Gubbio.

Inoltre, bisogna sottolineare anche le attività relative alla manutenzione degli impianti e all’installazione di pannelli fotovoltaici. Si parlava in precedenza di impianti elettrici e infatti Rad Service ha curato diverse illuminazioni pubbliche e private, specialmente la zona industriale Terni Est e le zone periferiche di Ascoli Piceno, senza dimenticare i vari stadi comunali presenti sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>