Due premi per la ricerca industriale dell’Università di Perugia

di Redazione Commenta

L’Università degli Studi di Perugia può vantare delle ricerche industriali di spessore: non è un caso, infatti, se l’attività svolta dall’ateneo umbro è riuscita a conseguire degli ottimi riconoscimenti nel corso di Ecomondo, la fiera sullo sviluppo sostenibile che si è appena svolta nella città di Rimini. In effetti, volendo essere ancora più precisi, i premi in questione sono stati assegnati a due ricerche realizzate grazie al gruppo di studio della Fisica Tecnica del corso di Ingegneria. Anzitutto, il settore dedicato all’energia e alla mobilità ha riservato la sorpresa principale, visto che Poste Italiane ha ottenuto il primo premio (medaglia d’oro) per il progetto denominato Postalzev, il quale ha beneficiato del coordinamento scientifico di Franco Cotana, professore ordinario di Fisica Tecnica Industriale del gruppo appena menzionato.

Il riconoscimento si spiega con l’adozione del gruppo postale a Perugia di quadricicli che sono stati sviluppati e migliorati nei laboratori universitari per conto di Ducati Energia. In particolare, le aggiunte migliori hanno riguardato il kers, vale a dire il sistema tipico della Formula Uno che consente di recuperare l’energia nel corso delle frenate. Come ha spiegato lo stesso Cotana, i miglioramenti energetici sono stati importanti, fino a un massimo dell’8% per la precisione, consentendo ai veicoli elettrici di essere completamente autonomi. Una ulteriore novità è stata quella della ricarica delle batterie, garantita da un gruppo elettrogeno di piccole dimensioni e alimentato da una miscela di bioetanolo per rinnovare l’energia.

Il secondo riconoscimento (una targa d’argento) è andato invece alla società ReSolution 3, una Srl del gruppo Baccarelli: in effetti, quest’ultima ha introdotto con successo un sistema utile per recuperare e riciclare lo scarto dal cosiddetto fresato del manto stradale, con il bitume e la ghiaia da usare come materie prime riciclabili per il nuovo asfalto. Si tratta di un sistema industriale che si è mostrato sin da subito efficace ed efficiente, soprattutto nelle sue installazioni sui tir.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>