Industria italiana superata da quella spagnola

di Redazione Commenta

Nel rapporto annuale che Bruxelles diffonderà nella giornata di domani non ci sono delle buone notizie per l’industria italiana. Infatti risulta che la Spagna, paese sotto l’aiuto dell’Unione Europea per via della cresi interna, è riuscita a sorpassare l’industria italiana. Dal 2007 ad oggi l’industria italiana ha avuto un crollo del 20%. Un crollo del 20% che si lega ai dati del manifatturiero che riesce a rimanere leggermente sopra alla media dell’Unione Europea. Assieme all’industria italiana, il documento di Bruxelles riporta che si è persa competitività anche in quella che è la manodopera italiana dove i lavoratori sono troppo cari, un dato dettato dalla crescita zero che è stata affiancata dall’aumento del salario lordo. Un dato, quest’ultimo, registrato non solo in italia ma anche in Francia, Finlandia e Lussemburgo. Invece c’è stato un netto miglioramento, sempre per il costo della manodopera, per Spagna, Grecia, Portogallo, Irlanda e Cipro.

Tuttavia la Commissione europea ha sottolineato di come i dati positivi della Spagna sono comunque legati a tanti altri dati negativi. Non a caso la Spagna è seconda alla Grecia in termini di crisi economia e aiuti europei.

Secondo il rapporto della Commissione europea è chiaramente aumentato il divario di competitività tra i 28 paesi della stessa Unione Europea, con i paesi che diventano sempre più competitivi e altri che, invece, si distaccano sempre di più. Tra le case principali, secondo la Commissione europea, sembra esserci il problema del costo dell’energia, un costo che sta portando alla de-industrializzazione italiana e di altri paesi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>