Lamiera grecata per tetti e rivestimenti: qual è il materiale migliore?

La lamiera grecata è da sempre utilizzata in ambito edilizio e oggi sempre più spesso anche nell’architettura residenziale, oltre che in quella industriale. Se hai scelto la lamiera grecata per realizzare la copertura o il rivestimento di un edificio, probabilmente conosci già i suoi numerosi vantaggi, tra cui leggerezza, facilità di posa, impermeabilità ed economicità. In questo articolo vogliamo andare oltre: ti spieghiamo nello specifico quali sono i materiali con i quali è possibile realizzare una lamiera grecata, i pregi e difetti di ciascuno e come rendere una lamiera grecata più resistente mediante alcuni processi di lavorazione.

lamiera grecata
lamiera grecata

Quali sono i materiali per lamiera grecata disponibili?

A seconda di alcuni fattori che andremo a considerare in seguito, la lamiera grecata può essere richiesta in diversi materiali. Quelli maggiormente utilizzati in coperture e rivestimenti edilizi sono l’acciaio e l’alluminio. Tuttavia, possono essere scelti anche aluzinc®, magnelis®, rame e acciaio inox. Vediamo le caratteristiche e i vantaggi di ciascuno:

  • Acciaio zincato e preverniciato – L’acciaio zincato è un materiale estremamente resistente, sia agli sbalzi di temperatura, sia all’usura. Ha la capacità di reggere carichi pesanti e necessita di poca manutenzione.
  • Alluminio, naturale o preverniciato – L’alluminio è un materiale leggerissimo, molto performante in termini di resilienza alle variazioni di temperatura ed esteticamente gradevole. Di contro, il suo prezzo è leggermente più alto.
  • Acciaio inox – L’acciaio inox ha le stesse qualità estetiche dell’acciaio, ma è notevolmente più resistente all’ossidazione e ha un prezzo leggermente superiore.
  • Aluzinc® – Questo materiale è molto resistente agli agenti corrosivi e ha un’ottima capacità di riflessione di luce e calore. Viene spesso utilizzato al posto dell’acciaio per l’edilizia residenziale proprio grazie alle sue caratteristiche estetiche.
  • Rame – Anche il rame ha un’ottima resa estetica. Si tratta di un metallo più costoso, ma che è in grado di donare al tetto o alla facciata un aspetto raffinato, elegante e unico.
  • Magnelis® – Il magnelis® è un acciaio piano al carbonio rivestito su entrambi i lati con una lega di zinco-alluminio-magnesio. Ha un’eccellente resistenza alla corrosione e una singolare capacità di auto cicatrizzazione su piccoli graffi.

Scopri Sandrini Metalli, produttore bergamasco di lamiere grecate

Scopri di più

Come scegliere il materiale della lamiera grecata in base alle esigenze

La scelta del materiale per una copertura o un rivestimento in lamiera grecata dipende da alcuni fattori, i più importanti dei quali sono:

  • La posizione geografica, che influisce sul meteo e quindi sulla resistenza che occorre alla lamiera per conservarsi indenne rispetto agli agenti atmosferici;
  • L’ambiente, o meglio l’aggressività dell’ambiente in cui verranno installati la copertura o il rivestimento (agenti chimici, sostanze corrosive, cloro, salsedine ecc.);
  • La qualità estetica richiesta, a seconda della destinazione d’uso della lamiera grecata;
  • Il budget a disposizione.

Costo della lamiera grecata a seconda del materiale

A proposito del costo, elenchiamo i metalli per lamiera grecata che hanno un costo più basso tra quelli adatti per rivestimenti e coperture:

  • Acciaio;
  • Aluzinc®;
  • Alluminio

Tuttavia, la decisione va presa anche a seconda dei fattori elencati nel paragrafo precedente: non basarti solo sul prezzo, ma concentrati sulle qualità del materiale. Infatti, se il materiale della lamiera non dovesse adatto alle specificità dell’edificio o a quelle del contesto in cui è costruito, le spese di manutenzione potrebbero lievitare, azzerando il risparmio in fase di acquisto.

 

Perché applicare verniciatura e zincatura alla lamiera?

Ci sono diversi trattamenti per rendere i metalli più resistenti ed esteticamente migliori. Oggi vi parliamo dei due più famosi: verniciatura e zincatura.

Verniciatura di lamiere grecate

Se non si vuole optare per materiali come il rame, è possibile realizzare una lamiera grecata di buona qualità estetica mediante la verniciatura del metallo. Questa è senza dubbio l’opzione più semplice ed economica, e al tempo stesso versatile perché permette di spaziare tra una gamma cromatica molto più ampia.

Zincatura della lamiera grecata in acciaio

Il processo di zincatura a caldo consiste nell’applicazione di un sottile rivestimento che si salda alla superficie dell’acciaio, creando una lega tra zinco e acciaio. Il risultato è una lamiera grecata molto più resistente nel tempo, sia all’usura che alle sollecitazioni meccaniche.

Lascia un commento