Montaggi industriali: gli impianti di colata continua

di Redazione Commenta

Gli impianti di colata continua rientrano a pieno titolo nell’ambito dei montaggi di tipo industriale.

Si tratta di un processo piuttosto articolato che prevede una vera e propria fusione del metallo: il materiale liquido ottenuto in questa maniera viene poi fatto attraversare mediante la forza gravitazionale all’interno di una forma a fondo aperto, la cosiddetta lingottiera. Quest’ultima è l’immagine più tipica che si può avere di una colata continua, con questa forma in rame che viene poi raffreddata all’esterno con dell’acqua, a causa delle alte temperature.


Tutto questo processo consente di ottenere dei semilavorati, i quali assumono il nome di bramme o billette e che sono poi sfruttati per altre produzioni industriali. La tecnologia in questione è stata brevettata nel 1840 dall’inventore e ingegnere americano Coleman Sellers e ovviamente nel corso del tempo ha subito numerose innovazioni.

Lo strip casting, il colaggio di barre e tubi e le lingottiere scintillanti sono state alcune di esse, ma in realtà le uniche applicazioni concrete sono state quelle dei metalli basso fondenti. Impianti veri e propri sono stati realizzati soltanto negli anni Cinquanta, epoca in cui l’applicazione industriale del colaggio continuo poteva dirsi davvero realizzata. Al giorno d’oggi, la colata di questo tipo riesce a coprire addirittura il 90% della produzione globale di acciaio, a conferma di uno sviluppo inarrestabile nel corso degli anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>