Pulizie industriali: a breve un nuovo prodotto da Airbank

di Redazione Commenta

Airbank si è fatta un nome nell’ambito della sicurezza industriale e dell’antinquinamento: la Srl piacentina ha deciso proprio in questi ultimi giorni di mettere in commercio un detergente davvero innovativo, il quale è destinato a risultare utile per quel che riguarda la riduzione dell’impatto ambientale che di solito si verifica nel corso delle operazioni di pulizia delle superfici più grandi. Di quale prodotto si tratta nello specifico? Come ha spiegato lo stesso gruppo emiliano, esso sarà introdotto per consentire la pulizia industriale di qualsiasi tipo di materiale, ma anche delle carrozzerie delle auto, dei pannelli fotovoltaici, mettendo da parte un elemento che di solito viene considerato essenziale, l’acqua.

Un altro vantaggio che potrà essere ottenuto grazie a tale novità è quello di abbattere il più possibile l’impatto che deriva dall’uso di detersivi chimici: stavolta si fa sul serio, in quanto il detergente in questione si compone solamente di elementi naturali e che sono biodegradabili. L’azienda ha assicurato la piena salvaguardia dell’ambiente, visto che in natura non sarà immesso nessun tipo di prodotto chimico, quando invece essi sono tipici e frequenti al momento del lavaggio di flotte aziendali, di imbarcazioni o della pulizia delle superfici industriali che possono essere lavate. Se si aggiunge lo spreco incredibile di acqua che si verifica nel corso di tali attività, allora il quadro è completo.

Airbank ha ribadito l’interesse che il prodotto può destare, non solo dal punto di vista ambientale e industriale, ma anche economico. La gamma della società è davvero ampia. Alcuni tipici esempi del suo “catalogo” sono quelli degli assorbitori industriali, dei prodotti per la salvaguardia marittima e costiera, i prodotti enzimatici per le pulizie industriali, le vasche e gli armadi di contenimento, le vernici e resine per superfici industriali e i conglomerati bituminosi. Ora si attendono ulteriori dettagli sul prodotto, in primis quale sarà il suo nome e quando sarà effettivamente messo in commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>