Stabilimento Amazon di Piacenza: c’è l’accordo con i sindacati

di Daniele Pace Commenta

amazonDopo lo sciopero dello scorso anno, e le tante denunce, arriva l’accordo sindacale per lo stabilimento Amazon di Piacenza. Un accordo che passerà alla storia delle lotte sindacali, vista l’importanza dell’azienda e la rigidità delle sue condizioni di lavoro.

L’accordo

Filcams-Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Ugl Terziario parlano di “piccolo pezzo di storia sindacale moderna”, che potrebbe porre un precedente importante, anche se da Amazon preferiscono non usare quella parola. Sono stati riorganizzati i turni di lavoro, con una proposto sottoposta già a referendum, vinto con 500 voti. Pochi, visto che si tratta di meno di un terzo dei lavoratori, ma che rappresenta il 68,6% dei votanti. Sono stati superati gli obblighi di turni notturni e turni, garantendo comunque i weekend.
I nuovi turni partiranno dal 17 giugno. Non ci saranno più i turni fissi pomeridiani e notturni, ma tre fasce orarie, per un totale di 40 ore, per cinque giorni alla settimana.
Il turno della mattina va dalle 7.00 alle 15.00. Pomeriggio dalle 15.30 alle 23.30. Notturno dalle 20.00 alle 4.00. Quest’ultimo sarà su base volontaria, con una maggiorazione salariale del 25% sulla paga oraria. In caso di necessità di maggior manodopera notturna, si eseguirà la rotazione dei dipendenti.
Ogni 8 settimane si lavorerà anche un week-end.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>