Fare industria 4.0 con Comoli Ferrari

di Daniele Pace Commenta

la Comoli Ferrari si presenta come “tutore” per quelle aziende che si impegnano a rinnovare i proprio macchinari insieme a Ferrari.

Comoli Ferrari ha 375 milioni di fatturato e circa 1000 dipendenti sparsi nel centro e nord Italia, dove sono presenti più di 100 filiali che si occupano do domotica e materiali elettrici. Cosa vuol dire fare Industria 4.0 con Comoli Ferrari, lo spiega lo stesso amministratore delegato, Paolo Ferrari, che parla di solidarietà di filiera con le piccole e medie imprese, per essere una sorta di salvagente per tutte quelle aziende colpite dalla crisi che presentano difficoltà di liquidità, credito bancario e pagamenti. Sono 40 mila i clienti di Comoli, grazie anche alle facilitazioni per i pagamenti ai clienti e fornitori, in primo luogo. Comoli tende ad azzerare i tempi, in modo da far respirare le aziende, anche grazie agli incentivi per rinnovare il parco macchinari ed introdurre più automazione nella piccola industria italiana.
Ma per fare questo, le piccole e medie imprese hanno bisogno di quell’accesso al credito che troppo spesso viene negato durante la crisi. Ed ecco che la Comoli Ferrari si presenta come “tutore” presso le banche, per quelle aziende che si impegnano a rinnovare i proprio macchinari insieme a Ferrari. L’azienda non si preoccupa delle insolvenze che anzi sono passate dal 20% di crediti inesigibili del 2014, al 12% di oggi, e punta tutto sulle nuove tecnologie del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>