In Germania: abolire le 8 ore lavorative

di Daniele Pace Commenta

La Germania sta pensando ad una vera e propria rivoluzione del mercato del lavoro, anche dal punto di vista ideologico, visto che e 8 ore sono considerate sacre dai tedeschi, e in particolare dopo le cinque di pomeriggio. La libertà dall’orario di lavoro è qualcosa di intoccabile in Germania, ma le cose potrebbero cambiare presto, complice anche la tecnologia e le telecomunicazioni, che hanno ormai annullato il classico telefono in ufficio, e portato il lavoro sugli smartphone.

I consiglieri della Merkel hanno infatti appena proposto di abolire le 8 ore di lavoro, mettendo subito in allarme i sindacati.

In Germania si sta per iniziare una grande e probabilmente lunga discussione che potrebbe rivoluzionare il lavoro, anche in Europa, vista l’abitudine di seguire i tedeschi in tutto per la loro potenza economica. Gli industriali già da tempo stanno spingendo per abbandonare le 8 ore al giorno, ma anche qualche lavoratore vorrebbe abbandonare la rigida regola, a patto che possano gestire meglio il loro tempo, recuperando le ore in più per lavorare meno in altri giorni. Ma in molti non si fidano dei grandi industriali, e hanno paura che l’orario inizi a diventare più lungo. D’altra parte, altri sottolineano come oramai in molti, pur di lavorare, devono “chiudere un occhio” sulle 8 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>