La produzione industriale torna negativa dopo due anni

di Daniele Pace Commenta

produzione industrialeBrutto colpo per la produzione industriale, che torna in negativo dopo una serie di risultati positivi consecutivi dal 2016. L’Italia inizia a rallentare, secondo le analisi dell’Istat riguardante il mese di luglio. L’istituto di statistica parla di “brusca discesa” della produzione nelle fabbriche, che porta giù anche i dati relativi al trimestre. Si tratta della prima volta dal mese di giugno 2016, in “termini tendenziali”.

I dati Istat

I dati dell’Istat dicono che l’indice destagionalizzato è sceso dell’1,8% rispetto a giugno. La flessione si è segnalata anche sul trimestre tra maggio e luglio, con un -0,2% nei confronti del trimestre precedente.

Se si guarda nel dettaglio dei comparti, questi sono tutti in rosso. I beni strumentali sono a -2,2%, i beni di consumo a -1,7% e i beni intermedi a -1,2%; anche l’energia, generalmente in crescita, scende dello 0,8%.

Il dato annuo vede quindi una diminuzione dell’1,3%. Tutti i comparti hanno risentito, tanto che solo i beni strumentali sono rimasti con il segno (+0,7%). Gli altri sono in negativo. I beni intermedi sono a -2,2%, i beni di consumo a -1,9% e l’energia a -1,4%. Secondo gli economisti di Sanpaolo le variazioni sono superiori a qualsiasi analisi preventiva, e questo aggrava di più lo stop della produzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>