La sicurezza e ristrutturazione degli immobili raccontata da Pietro Greco

di Redazione Commenta

Il cambiamento climatico e le mutate condizioni meteorologiche degli ultimi anni hanno messo a dura prova il nostro territorio, lasciando in alcune realtà dei segni critici indelebili. I danni oltre che nel terreno, sono spesso visibili a livello architettonico-strutturale e abitativo, sui quali bisogna intervenire immediatamente per evitare crolli o ulteriori danni che possono mettere in pericolo altre strutture e anche la popolazione del territorio in cui insistono.

“C’è bisogno di un intervento pubblico urgente, con un’assegnazione tempestiva di risorse e professionalità”, sono le parole di Pietro Greco, esperto nel recupero e la valorizzazione degli immobili, la cui azienda di consulenza cura anche progetti di ristrutturazione. Nato a Lamezia Terme, Pietro Greco è Amministratore Unico di STAR Srls, azienda di consulenza imprenditoriale e amministrativo gestionale per società finanziarie e fondi di investimento. Ha collaborato con l’Università Luigi Bocconi e con l’Istituto per gli studi di Politica Internazionale di Milano, per i quali cura l’organizzazione di eventi sulla politica economica e il commercio internazionale.

Proprio alla Bocconi Pietro Greco (sito web: https://www.pietrogrecomediazione.it/ )ha conseguito la laurea in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari, specializzandosi in ambito finanziario, mercati finanziari e relazioni con il sistema politico-economico. Ha inoltre maturato una specifica esperienza finanziaria del mondo sanitario italiano, sulla Pubblica Amministrazioni, sul loro funzionamento e procedure di gestione e recupero del credito.

“La nostra realtà aziendale Star Building And Management, – racconta Greco – ha partecipato a uno dei primi progetti di ristrutturazione sismica attraverso l’utilizzo del Superbonus all’85% con GreenVest e ha visto ENI come società acquirente del credito d’imposta maturato. Abbiamo affiancato la Committenza da tecnici e ingegneri dedicati a una ristrutturazione rivolta all’efficienza, e questo ci ha permesso di raggiungere i più alti standard anti-sismici.”

“Un progetto – aggiunge – attento sotto tutti gli aspetti, dalla sicurezza alla sostenibilità, tant’è che abbiamo voluto provvedere anche alla riqualificazione energetica dell’immobile dalla classe B alla classe A+, a riprova del fatto che, quando le cose vengono fatte con competenza e serietà, pensando a lungo termine, i risultati si ottengono. Certo: come per il cambiamento climatico, l’azione di pochi non basta. Bisogna farlo tutti insieme, politica nazionale e amministrazioni locali, maestranze e professionisti: sicurezza delle persone e preservazione del nostro patrimonio sono due priorità che non possono più aspettare”.

Spesso nei Centri storici vi sono fabbricati collegati tra di loro e l’adeguamento di un fabbricato comporta il calcolo statico di ogni singola struttura e la messa in sicurezza di tutti. “Questo complica la ristrutturazione – evidenzia l’esperto Pietro Greco – , ancor di più se gli immobili da ristrutturare non sono dello stesso proprietario, che si vede quindi impossibilitato a proseguire o comunque disincentivato. Si perde anche un’opportunità di valorizzazione per il territorio stesso, quindi ci vorrebbe una collaborazione massiccia da parte delle amministrazioni e della Politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>