Modena dedica una giornata all’archeologia industriale

di Simone Ricci Commenta

 Manca poco più di una settimana all’interessante giornata che verrà promossa dall’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale (Aipai): la sezione regionale dell’Emilia Romagna darà infatti vita a Modena a una giornata di studi sul patrimonio rappresentato dalla storia industriale del territorio in questione, grazie anche alla collaborazione degli enti locali.

Le testimonianze di archeologia industriale sono davvero molte nella città emiliana, tanto che questo convegno è il risultato della valorizzazione di siti, macchinari ed esperienze urbanistiche. La giornata prescelta è quella del prossimo 15 aprile, quando le discussioni andranno a focalizzarsi su sette specifici casi.


Per la precisione, si tratta dell’Azienda Municipalizzata del comune modenese, un complesso che risale a quasi cento anni fa e che è composto dalle vecchie centrali che fornivano luce, gas e trasporti pubblici; l’Officina Meccanica Stanguellini, anch’essa risalente al 1912 e chiaro esempio di una delle esperienze industriali più significative in città; la cosiddetta “Stazione Piccola” e le ferrovie provinciali, luoghi di interesse culturale da due anni a questa parte; le Fonderie riunite; il villaggio artigiano di Modena ovest, uno dei primi in Italia a essere realizzato da un ente locale; la manifattura dei tabacchi; i Forni Hoffmann.

Un patrimonio industriale che è, dunque, molto ricco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>