Refrigerazione industriale: i caseifici

di Simone Ricci Commenta

L’esempio più classico di refrigerazione industriale è offerto sicuramente dai caseifici.

Ne è passato di tempo da quando queste aziende agro-alimentari si affidavano a grotte naturali per la stagionatura e caseificazione dei prodotti; al giorno d’oggi la tecnologia è ovviamente più moderna e gli ambienti adibiti a questo scopo possono beneficiare di una temperatura a comando nelle cosiddetta celle frigorifere premontate. Vi sono poi le caldaie polivalenti, attrezzature che vengono messe a disposizione nelle dimensioni più diverse e per le strutture di vario tipo, anche quelle semi-industriali; in effetti, spesso si dimentica che il liquido può anche essere riscaldato, pertanto le caldaie si sono imposte come l’evoluzione più adeguata dei serbatoi di refrigerazione.


I vantaggi di caldaie e celle frigorifere sono presto detti. Anzitutto, si possono produrre i formaggi più vari, ma non si deve neanche dimenticare che il processo di lavorazione diventa in questo modo molto più igienico ed efficace; in aggiunta, gli operatori dell’azienda non devono più faticare come in passato, dato che il carico di lavoro è decisamente minore grazie all’automazione industriale.

Tra gli altri impianti che possiamo incontrare all’interno di un caseificio vi sono i gruppi termici per la produzione dell’acqua calda, le pompe per il travaso del siero, i circuiti per la circolazione idrica e i ripiani per la stufatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>