Bielorussia-Kazakistan: il parco industriale dedicato al settore agricolo

di Redazione Commenta

La Bielorussia e il Kazakistan hanno deciso di istituire un parco industriale e tecnologico in maniera congiunta, in modo da utilizzarlo per perfezionare l’equipaggiamento e altri servizi legati al settore agricolo. Il memorandum in questione, di una certa portata a dire la verità, è stato siglato dal ministro dell’Industria bielorusso e da quello dell’Industria e delle Nuove Tecnologie per quel che concerne l’ex repubblica sovietica. In aggiunta, è stata proprio la capitale di quest’ultima, Astana, a ospitare l’evento nel corso della giornata di ieri. Quali obiettivi ci si è posti con un parco industriale di questo tipo?

Anzitutto, ci si aspetta senza dubbio che la struttura in questione sia una parte integrante e fondamentale della libera zona economica che si trova nella capitale kazaka. Come ha spiegato il titolare del dicastero bielorusso, Dmitry Katerinich, il progetto a cui si sta facendo riferimento dovrebbe consentire al suo paese di avere un accesso privilegiato nel mercato del Kazakistan, mentre quest’ultimo avrà l’opportunità di aggiungere nuovi investimenti finanziari di un certo tipo e anche di creare nuovi posti di lavoro, impulsi di non poco conto in questo periodo economico così complicato. L’interesse principale a prendere parte a un progetto simile è stato espresso da società molto importanti tra cui la casa automobilistica Maz (Minskij Avtomobilnyj Zavod), Brest Electromechanical Plant, Bobruiskagromash, Lidselmash e Lidagroprommash, a conferma che i settori coinvolti sono davvero svariati.

Lo stesso ministero bielorusso ha anche espresso la speranza che il parco industriale possa essere rinnovato con la partecipazione di una ulteriore società, la Gomselmash, tra i maggiori produttori di macchinari agricoli. A conti fatti, comunque, in questo modo inizia un nuovo livello di relazioni molto strette tra le due nazioni, divise da una buona porzione di territorio russo dal punto di vista geografico. Secondo il ministro kazako Albert Rau, infine, si punterà a sviluppare progetti in grado di generare profitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>