Il business del sale ai tempi della Rivoluzione Industriale

di Redazione Commenta

Fin dall’Alto Medioevo, il sale aveva rappresentato una voce essenziale del commercio. Perfino gli Arabi, infatti, considerati un importante modello di autosufficienza, dovevano far affidamento sulle carovane per avere questo prezioso bene: la stessa cosa accadde nei villaggi inglesi ai tempi della Rivoluzione Industriale. Negli anni Settanta e Ottanta del ‘700, l’industria del sale, sia dal punto di vista tecnico che da quello geografico, si movimentò in maniera decisiva. La sola variazione tecnica che intervenne in tal senso fu senza dubbio la sostituzione della legna con il carbone per quel che concerne la bollitura dell’acqua salmastra nei calderoni.

Fu anche deciso di rimpiazzare il piombo con il ferro per questi ultimi, a causa della sua maggiore resistenza alle alte temperature. Ed ecco che sulle spiagge di Edimburgo cominciarono ad apparire delle vasche di ferro, lunghe diciotto piedi e larghe nove, i più ampi che si fossero mai visti ai Shields. Diverse saline erano solite produrre il sale per venire incontro alla domanda locale, come nel caso del Derbyshire e di Limington; al contrario, quelle presenti in Scozia erano di importanza superiore. Non si trattava solamente di far giungere il prodotto a remoti casali: le vasche o le caldaie, riscaldate attraverso il calore del carbone, erano circa un centinaio ed erano in grado di esportare parecchio in territorio olandese.

L’industria del sale presenta nella zona del fiume Tyne (scorre in città come Newcastle e Corbridge) doveva fronteggiare la concorrenza non solo dei produttori scozzesi, ma perfino dei nuovi pozzi di acqua salmastra che erano stati scavati nel 1692 da Robert Steynor a Droitwich. L’espansione delle saline fece sì che la città di Nortwich fosse piena del fumo emesso dalle varie industrie, contribuendo a quell’inquinamento che è giunto fino ai giorni nostri. La nuova scoperta di salgemma presso un terreno del Cheshire, infine, favorì altre esportazioni, le quali venivano fatte partire dalla vicina città di Liverpool.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>