Salzano, cultura e archeologia industria vanno più che d’accordo

di Redazione Commenta

Fili, acronimo che identifica la Filanda Idee Lavoro Identità, è giunta alla sua ennesima edizione anche per quest’anno.

Il titolo della manifestazione per il 2011 è “Pensiero stupendo”: in pratica, il programma prevede spettacoli di teatro, danza, musica e arte, il tutto nella splendida cornice archeologico-industriale della Filanda Romanin-Jacur di Salzano, in provincia di Venezia. Il connubio tra gli ex impianti industriali e l’arte conferma che si può ottenere molto da siti dismessi come quello in questione.


In Italia si cerca quindi di diffondere una cultura artistica di questo tipo, ancora poco diffusa, soprattutto se si pensa alla popolarità crescente che sta incontrando in altri paesi, in primis la Germania, pronti a sfruttare la loro archeologia industriale per far godere appieno la quotidianità artistica.

La conclusione della manifestazione è prevista fra due giorni, esattamente il prossimo 6 agosto: il festival ha rischiato di chiudere lo scorso anno a causa di difficoltà economiche evidenti. Ora, però, la Romanin-Jacur vive di nuova luce e può finalmente beneficiare del prezioso contributo di operatori, semplici cittadini e imprenditori. L’impegno culturale e civile è stato avviato nel 2002, la speranza è che molti altri siti di archeologia industriale possano seguire tale esempio in un futuro non troppo lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>