Nigeria e Olanda uniscono le forze per un parco agro-industriale

di Redazione Commenta

Che cosa hanno in comune due paesi come Nigeria e Olanda? Molto, se si ragiona in termini economici: in effetti, la nazione africana sta tentando di migliorare la propria crescita finanziaria e quella del mercato del lavoro, dunque è stata scelta dai Paesi Bassi come partner ideale per l’istituzione del parco agro-industriale nigeriano. L’accordo è stato perfezionato in occasione dell’incontro tra il ministro dell’Industria, del Commercio e degli Investimenti della Nigeria, Olusegun Aganga, e il suo omonimo olandese, Lilianne Ploumen, più precisamente nel corso del Nigeria-Netherlands Business and Investment Forum dell’Aia.

Entrando maggiormente nel dettaglio di questa interessante iniziativa, c’è da dire che ci si è messi d’accordo sulla condivisione delle esperienze tecniche per assicurare maggiore velocità ed efficienza al progetto di cui si sta parlando. La nazione africana è stata attratta in particolare dalla ben sviluppata industria della lavorazione alimentare che si trova in territorio olandese. In aggiunta, non hanno lasciato indifferenti nemmeno le attività dei produttori ed esportatori di cibo. Se si pensa poi alla disponibilità molto ampia di materie prime e al vasto mercato che vanta la Nigeria, si giunge alla conclusione di una partnership dal futuro roseo e pieno di ottimismo, dato che la zona industriale sarà proprio incentrata su tali settori.

Nel frattempo, la stessa Ploumen ha rivelato come il governo di Amsterdam abbia stanziato una somma pari a settecento milioni di euro, un fondo per la crescita che è volto a sostenere le piccole e medie imprese interessate a investire in varie zone. Tra l’altro, vi sono anche altri settori che potrebbero beneficiare di tale “amicizia” industriale. Il lavoro svolto insieme serve ad affrontare nel migliore dei modi i problemi, dato che lo scorso anno le dimensioni del volume di commercio si sono ridimensionate. Un ulteriore ostacolo che va rimosso quanto prima è l’assenza di un ufficio consolare olandese in territorio nigeriano, ma si sta provvedendo in questo senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>