Perito industriale: i camini e la marcatura CE

di Redazione Commenta

Una delle perizie industriali di maggiore interesse è senza dubbio quella che riguarda i camini e le canne fumarie.

La produzione e la commercializzazione in questo settore non possono infatti essere improvvisati, ma è sempre necessario il rispetto di standard qualitativi ben definiti, che siano in grado di dimostrare la sicurezza del prodotto: la consultazione della marcatura CE (Comunità Europea) svolge proprio questo ruolo, dato che consente al consumatore di scegliere il bene che presenta le caratteristiche e le condizioni più vantaggiose.


Come viene disciplinata nello specifico la marcatura dei camini? Uno dei principali riferimenti normativi è senza dubbio la direttiva 106 del 1989 (meglio nota come direttiva “prodotti da costruzione”), la quale ha previsto che tutti i camini realizzati in metallo siano dotati di questa dichiarazione di conformità, in modo da comprendere quali requisiti possiede il prodotto e di quali prestazioni è capace.

Una targhetta identificativa sul camino servirà proprio a chiarire tutti questi dettagli. Tra i requisiti da rispettare figurano la resistenza meccanica e la stabilità, la sicurezza nell’ipotesi di un incendio, l’igiene, la conformità ambientale, la protezione contro il rumore, l’isolamento termico e il risparmio di energia, senza tralasciare ovviamente la minima distanza dai materiali combustibili e la resistenza all’azione del vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>