I seminari di Confindustria e Mse sulla difesa della proprietà industriale

di Redazione Commenta

La Confindustria e la direzione generale che si occupa di lotta alla contraffazione del Ministero dello Sviluppo Economico (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi-Uibm) hanno preparato una serie di seminari in tutto il nostro paese per parlare proprio di questo argomento: in effetti, la stessa lotta alla contraffazione e la difesa dei diritti di proprietà industriale devono essere necessariamente accompagnati da una strategia specifica in grado di rendere consapevoli le aziende degli strumenti che sono a loro disposizione per proteggersi dalle azioni illecite o dalle concorrenze sleali.

Questi seminari si svolgeranno presso le varie associazioni di Confindustria e approfondiranno diverse tematiche con incontri sia formativi che informativi. Il ciclo è cominciato da qualche tempo, tanto è vero che il prossimo appuntamento è già molto vicino. Il 9 aprile, infatti, è la data scelta per l’incontro presso la sede di Smi Sistema Moda Italia a Milano. Ma come sono strutturati gli appuntamenti in questione? In pratica, ogni seminario è caratterizzato dalla partecipazione di importanti relatori, anche quelli dello stesso ministero di Via Veneto, in modo che vi sia un incontro tra tali soggetti e le imprese coinvolte, un confronto utile e proficuo su quelle che sono le esigenze e le priorità del nostro sistema produttivo.

In aggiunta, saranno presentati volta per volta gli strumenti e i metodi da sfruttare per tutelare nel migliore dei modi i diritti di proprietà industriale. D’altronde, bisogna pur sempre ricordare che le vendite settoriali effettuate sul web sono cresciuta in maniera evidente, tanto è vero che il commercio elettronico rappresenta ormai il canale migliore per i commerci regolari. Purtroppo, però, anche quelli illegali e criminali sono proliferati grazie ad esso, con poco meno di un terzo della merce venduta tramite Internet che è stata riconosciuta come contraffatta. Il settore industriale del tessile e della moda si trova inoltre ai primi posti di questa classifica poco invidiabile, ragione per cui i seminari possono far capire meglio il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>