Strumenti per la navigazione: il radiofaro

di Redazione Commenta

Il radiofaro è la stazione trasmittente in installazione fissa, il cui ascolto da parte di una bave o di un aereo consente di riconoscere la direzione giusta che è stata seguita rispetto alla stazione, oppure di seguire una rotta prestabilita. Una tipologia molto importante in tal senso è quella del radiofaro circolare: quest’ultimo, infatti, è dotato di antenna omnidirezionale, la quale emette in continuazione un segnale caratteristico. Il segnale in questione, inoltre, entro un raggio al massimo uguale alla portata dell’emittente, può essere ricevuto dalle navi o dagli aerei che sono muniti di una radio ricevente, ma si può rilevare soltanto col radiogoniometro.

Il radiofaro direttivo a segnali complementari è invece costituito, in un caso tipico, da due telai emittenti che sono disposti con gli assi orizzontali a novanta gradi fra di loro e alimentati con due segnali della stessa fase e frequenza, modulati con due segnali complementari nel tempo, come ad esempio le lettere A e N dell’alfabeto Morse, opportunamente intercalate. Spostandosi con la stazione di ascolto verso il centro di una delle due emissioni, si sentirà invece il segnale relativo. Si viene così a formare un radiosentiero, lungo il quale, di solito, sono orientate le rotte prestabilite (i diagrammi di irradiazione delle antenne sono uguali fra di loro e a forma di otto).

Il radiofaro direttivo rotante, poi, si caratterizza per le sue due tipiche antenne, di cui una direttiva rotante e una di tipo omnidirezionale, la quale va a emettere un impulso preciso quando l’altra si trova allineata secondo una direzione particolare (in genere Nord-Sud). Ascoltando allora con un radiogoniometro il segnale che ne risulta, si potrà conoscere sia la direzione da cui proviene il segnale stesso, sia (con una opportuna misurazione dell’intervallo di tempo fra l’impulso e la ricezione massima del segnale direttivo) il proprio azimut rispetto alla stazione, potendo così ottenere la propria posizione con un solo rilevamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>